Una t-shirt per la vita: ecco come contribuire alla lotta contro l'Aids col Mercury Phoenix Trust grazie a Chiara Tomaini

Si dice che anche dalle tragedie più dolorose possano nascere cose positive capaci di incidere nelle coscienze e cambiare il corso degli eventi. Il Mercury Phoenix Trust rientra certamente in questa categorie, forte ormai di anni di attività nel campo della lotta all'aids. Oggi di questa malattia si parla sempre meno. È difficile comprenderne la ragione: forse è il solito tentativo di comodo di far calare un velo di omertà su qualcosa che genera un bieco profitto; oppure è una storia semplicemente passata di moda, fagocitata dal bisogno maniacale dei media di conquistare il pubblico con argomenti sempre nuovi. Eppure ancora oggi di HIV si muore, con una percentuale di malati in spaventoso aumento soprattutto nei paesi più poveri del globo. Anche questa una tragica ovvietà dalla quale l'occidente si tiene alla larga, in quel gioco spregevole che consiste nel nascondere la polvere sotto i tappeti.

Ma dal giorno della morte di Freddie Mercury, il Phoenix Trust è impegnato a scuoterlo quel tappeto con una serie di iniziative cresciute anno dopo anno e che ancora oggi coinvolgono istituzioni, enti e fans di tutto il mondo. Il primo passo fu il leggendario concerto di Wembley in onore di Freddie, ma da quel fatidico 20 Aprile 1992 tanto altro è stato fatto. Soprattutto ancora molto deve e può essere fatto e ogni gesto, anche il più semplice può costituire un mattone fondamentale per sconfiggere una volta per tutte questo male, che non è solo un virus ma è anche l'ipocrisia di chi non vuol vedere.

Lo sanno bene i fans dei Queen, impegnati a mettere in campo cuore, emozioni e creatività per offrire al Phoenix Trust il proprio contributo. E lo sa bene Chiara Tomaini, una di quelle fans che ha sposato questa causa per passione e per l'amore sconfinato che nutre per la musica dei Queen. Presupposti semplici ma fondamentali che oggi le hanno dato l'opportunità, proprio attraverso il MPT, di contribuire alla raccolta fondi con la messa in vendita della splendida maglietta che potete ammirare nella foto. Si tratta di una piccola opera d'arte che mette assieme alcune delle immagini più famose di Freddie Mercury. Tante icone che, nel loro insieme, costituiscono un caleidoscopio di sensazioni care a tutti noi e che grazie a Chiara potremo indossare per raccontare al mondo chi era Freddie e quanto lo amiamo.

La t-shirt cosa 15 euro, non un prezzo esorbitante quindi e parte del ricavato sarà destinato proprio al MPT che ne sta patrocinando la vendita. Chi vorrà acquistarla potrà farlo contattando direttamente l'autrice a questo indirizzo:


I modelli disponibili sono sia con taglio maschile che femminile.

Ulteriori informazioni potete trovarle qui:


Come sempre, con la musica al primo posto, lascio che siano i Queen stessi a darvi una buona ragione per contribuire a questa causa. Say It's Not True racconta una storia, non una favola purtroppo, ma qualcosa che potrebbe colpire ciascuno di noi.


@Last_Horizon

Commenti

  1. Ho vissuto con questa malattia mortale per oltre un anno, mio marito ho scoperto che eravamo entrambi HIV. Avevamo provare in tutti i modi di vivere la nostra vita, nonostante questa cosa nel nostro corpo fino a quando non ci siamo imbattuti in questo potente erborista che ha ritratto che aveva il cure.At prima eravamo più scettici, ma mio marito ha insistito sul dare una prova e abbiamo ordinato per alcune delle sue erbe e in poche settimane dopo aver seguito le procedure previste dalla presente erborista, siamo andati a fare una prova, come ci ha detto anche noi stati travolti con la felicità quando ho ottenuto il risultato alla clinica. Il tasso di virus nel nostro corpo è caduto e in poche settimane Eravamo totalmente cured.We anche chiesto perché non è venuto al mondo che aveva la cura e ha detto che ha fatto nel 2011, ma è stato respinto dal team di ricerca internazionale. La cosa più importante è per voi di essere curati se volete sapere di questo invito erborista su 234 706 542 4920 o via e-mail: herbalcure4u@gmail.com. Dio vi benedica.

    RispondiElimina

Posta un commento