Intervista ad Adam Lambert sul tour con i Queen per Mobilenews.com del 28 Maggio 2014

"Ci sono stati alcuni commenti negativi la prima volta che ho mi sono esibito con i Queen, ma se pensassi a questo a che servirebbe? Se c'è qualcuno là fuori che pensa che questi non sono gli stessi Queen di un tempo e quindi non vale la pena vederli, allora che non vengano. Ma chi non verrà si perderà uno spettacolo infernale. Ovviamente all'inizio ero preoccupato di quello che stavo per fare. Freddie Mercury era uno dei miei eroi. Ci sarà sempre un solo Freddie Mercury. Non c'è confronto . Non posso avvicinarmi ad alcune delle cose che ha fatto. Ma non è necessariamente questo il punto per me. Si tratta di salire sul palco e cantare musica incredibile e continua l'eredità della band.”

Questa settimana Lambert mette il suo terzo album in standby per volare a Londra dove inizierà le prove con il chitarrista dei Queen Brian May e il batterista Roger Taylor in vista del tour negli Stati Uniti e Australia. Dopo un provino per American Idol, Lambert ha avuto l'opportunità di esibirsi su quel palco proprio con i Queen, con i quali ha cantato Bohemian Rhapsody. Da quel momento la collaborazine si è intensificata, portando Adam ad esibirsi a Kiev nel giugno del 2012 di fronte ad un pubblico enorme. Una vera e propria prova del fuoco:


"C'erano 250.000 persone lì. Questo è il più grande pubblico che abbia mai visto di fronte a me. Mi ricordo di aver pensato a quanto fosse surreale: come poteva succedere proprio a me? L'emozione che ho sentivo con Brian e Roger in quel momento è stata impagabile. Non lo dimenticherò mai.”

Adam ha anche spiegato che dopo le apparizioni in tv e alcuni concerti nel 2012, andare in tour con i Queen era un'occasione imperdibile, della quale si sarebbe pentito per il resto dei suoi giorni se non l'avesse colta:

"E' un onore e una grande esperienza poter essere sul palco e cantare questi brani sorprendenti, connettendomi con nuovi fan. E' molto nostalgico. No, ovviamente non sarà lo stesso come quando Freddie era vivo. Nessuno di noi si aspetta che possa essere a quel livello, ma è molto divertente e abbiamo un grande momento sul palco. Ridiamo molto, il pubblico per il quale ci siamo già esibiti le volte precedenti lo ha apprezzato. Di questo si tratta: di celebrare la band.”

Ritornando al suo periodo in Amrrican Idol, Lambert è stato spesso paragonato a Mercury, tanto per la sua immagine quanto per l'abilità vocale e la capacità di stare sul palco:

"Quello che veramente sento vicino è l'aspetto teatrale e per certi versi drammatico dei Queen. Questo fa parte del mio dna proveniente dal mondo del teatro. Ovviamente il loro repertorio non è solo questo. Nel genio dei Queen c'e una testimonianza di quanto fossero musicali e creativi, di quanto fossero capaci di toccare stili diversi tra loro e farli sempre funzionare. Questo per me è davvero emozionante, poter salire sul palco e cantare tutte queste diverse vibrazioni."

Lambert spiega che il nuovo tour con i Queen includerà tutti i più grandi successi della band, tra cui due che trova piuttosto difficili da cantare:


"Quelle che sono più difficili sono le grandi ballate elettriche come Who Wants To Live Forever e The Show Must Go On. Emotivamente sono molto intense, sono brani grandiosi. Bohemian Rhapsody lo è altrettanto, ma non è così difficile come le altre due."

Con il 50 per cento della line-up originale (il bassista John Deacon si è ritirato ), Lambert ammette che è difficile rendere il giusto tributo ai Queen nel modo più autentico possibile:

"E' una questione di ricerca del giusto equilibrio. Se si va troppo lontano da quello originale diventa qualcosa di troppo indulgente. Ma se provassi a copiare Freddie, ritengo che sarebbe irrispettoso nei suoi confronti. Se non riesco a capire dov'è l'equilibrio, allora punto all'intenzione emozionale della canzone, a che cosa stavano cercando di dire con quel dato testo e cosa volessero far provare al pubblico. Inoltre ho Brian e Roger al mio fianco e quindi posso chiedere loro suggerimenti su come eventualmente fare le cose in modo diverso. Freddie era così tante cose diverse messe assieme, un grande cantante, un grande showman e un cantautore straordinario. Faccio del mio meglio nell'interpretare le canzoni con l'intento originale. Brian e Roger sono le vere icone qui. Mi rivolgo a loro per un sacco di indicazioni."

Il cantante 32enne ha anche fatto qualche ricerca intensiva su Freddie, in modo da migliorare ciò che già conosceva del cantante dei Queen:

"Mi immergo totalmente nella realtà di ciò che faccio. Ho visto innumerevoli documentari su Freddie, ho rivolto un sacco di domande a Brian e Roger nel tentativo di creare un mio modo di stare correttamente sul palco. Posso guardare il dvd di Montreal dei Queen e ascoltare le cose musicalmente più interessanti che hanno fatto. Ci sono così tanti dettagli da scoprire. E' una vera sfida ma anche un piacere.”

Lambert sta anche vivendo la fantasia della maggior parte degli appassionati di musica, ovvero arrivare ad esibirsi con uno dei suoi gruppi preferiti. Ha anche ottenuto l'opportunità di cantare una delle canzoni dei Queen che ama di più, la poco nota Dragon Attack:

"Mi rendo conto di quanto sono fortunato. Le storie che Brian e Roger mi raccontano non hanno prezzo. Entrambi provengono da un periodo in cui il rock'n'roll era leggenda. Ci sono miti e racconti nei quali i Queen sono stati coinvolti. E' una vera e propria forma di folklore. Questo è ciò che rende il rock classico così romantico, e i Queen sono i gioielli della corona.”

Lambert sta anche lavorando in silenzio sul suo terzo album da solista. Ha appena lasciato la sua vecchia casa discografica per approdare alla Sony (che a breve pubblicherà una compilation del suo lavoro solista). La ragione della rottura con la precedente etichetta è che voleva fargli fare ad ogni costo un album di cover, piuttosto che puntare sul terzo disco di inediti. Ironia della sorte sta mettendo da parte il suo nuovo album in attesa di cantare cover dei Queen. Adam non rivela i dettagli del suo nuovo lavoro, ma dice che sarà capace di "stupire e impressionare la gente”. Tuttavia, vi è una possibilità che possa scrivere materiale inedito proprio con i Queen:

"Potrebbe succedere. Questo sarà il periodo più lungo che passeremo assieme, quindi sono sicuro che arriveremo al punto in cui vorremo fare qualcosa di creativo. Potrebbe accadere. La cosa migliore di lavorare con Brian e Roger in questo tour è che certamente non hanno bisogno di farlo. E' una cosa naturale per loro, una scelta fatta per portare queste canzoni in vita.”


@Last_Horizon

Commenti