In autunno i Queen pubblicano News Of The World 40th Anniversary Edition



Quando si parla dei Queen è quasi impossibile fare classifiche e scegliere quale sia l’album migliore tra I 15 realizzati dalla band. Meglio quindi affidarsi alle ricorrenze, che ci consentono di rendere omaggio a tutti i capolavori realizzati in 20 anni di carriera. È già successo con A Night At The Opera e Bohemian Rhapsody e nel 2017 è il turno di News Of The World.


L’album, pubblicato nell’Ottobre del 1977, non può che essere considerato fondamentale, non solo perché contiene brani del calibro di We Will Rock You e We Are The Champions, entrate di diritto nell’immaginario collettivo, ma anche per la significativa svolta sonora che il disco ha rappresentato nell’evoluzione della band.  Fu, infatti, il primo album che i Queen decisero di produrre autonomamente (con l’assistenza di Mike Stone) e nel quale vennero ridimensionati alcuni degli elementi che avevano caratterizzato il sound della band fino a quel momento. Di fatto News Of The World risultò essere un disco più “grezzo” dei precedenti, dotato di maggiore istintività, tanto che alcuni brani (Sleeping On The Sidewalk) vennero incisi in presa diretta, riducendo al minimo le classiche sovra-incisioni di cui Freddie e soci erano autentici maestri. E, se consideriamo i mutamenti in atto alla fine degli anni Settanta nel panorama musicale internazionale, che stava prepotentemente virando verso il punk, la scelta di realizzare un album come News Of The World fu, ancora una volta, talmente lungimirante da aver rappresentato per i Queen una testa di ponte con cui traguardare il passaggio alla decade successiva, per arrivare fino a noi in una dimensione di assoluta perfezione.

Non deve quindi sorprendere la scelta di rendere il giusto tributo a un disco così fondamentale, già a partire dal tour in corso dei Queen + Adam Lambert, con il robot Frank vero e proprio co-protagonista dell’intero show e una setlist che, almeno fino ad oggi, ha compreso quattro brani estratti da News Of The World e che altre sorprese potrebbe riservare, soprattutto nella leg europea del tour.

Ma il giusto omaggio per un disco è, come sempre accade in questi casi, la ripubblicazione in un formato “espanso”, grazie al quale dare lustro a quanto fatto in origine, svelando retroscena, aspetti inediti e curiosità. È quanto accadrà il prossimo autunno con la pubblicazione di News Of The World 40th Anniversary. Pur mancando l’annuncio ufficiale, la notizia può essere data per certa grazie all’anticipazione offerta dal giornalista Mark Black sul numero di Luglio del Magazine Planet Rock. A questo va aggiunto un dettaglio di non poco conto: dal suo account Twitter, uno degli ingegneri del suono impiegati presso gli Abbey Road Studios ha rivelato di essere a lavoro sui nastri originali dell’album, anche se ha voluto precisare che il lavoro non consisterà nella mera rimasterizzazione dei brani. Evidentemente quindi la Queen Production e la Universal hanno in mente di fare qualcosa di più ampio. Le prime voci di corridoio citano almeno due possibilità: l’inserimento di un dvd contenente i video realizzati all’epoca e il documentario di Bob Harris (completato da Rhys Thomas, già autore di Days Of Our Lives), un cd+dvd con il leggendario concerto di Houston ’77, oltre che una nuova edizione in vinile, poster e gadget vari (anche se la speranza di tutti i fan è che sia pubblicato anche materiale inedito!). Ma si tratta, almeno per adesso, di mere speculazioni. Le certezze arriveranno molto presto, probabilmente già a Settembre in occasione del Freddie Mercury Birthday Party.




Commenti