Brian May: Freddie mi mancherà fino al mio ultimo giorno di vita



Brian May ha rilasciato, prima di partire in tour con i Queen + Adam Lambert, un’intervista al magazine Rolling Stone. Ecco un riassunto delle dichiarazioni più interessanti e attuali.



La partecipazione al pubblico  per "We Will Rock You" e "We Are the Champions" è stata una sorta di sorprendente novità quando le abbiamo realizzate. Quando quelle canzoni sono nate, i concerti non erano interattivi in ​​quel senso. Di solito si scuoteva la testa e non molto altro. Ma poi abbiamo scoperto che la gente amava cantare durante i nostri spettacoli. La gente partecipava attivamente a ciò che stavamo facendo, e lo spettacolo si stava allargando al pubblico. Così sono nate cose come "We Will Rock You" e "We Are the Champions", e più avanti anche "Radio Gaga". E mi sento fortunato che sia accaduto, e sono orgoglioso di quanto abbiamo fatto, perché ora è diventato qualcosa di universale. Ed è qualcosa che ha funzionato bene, come nel Live Aid dove tutti hanno cantato insieme a noi "We Are The Champions". Questo è stato un grande momento per noi, in cui abbiamo capito che il pubblico ha una propria coscienza.

E adesso sono canzoni che non mancano mai negli stadi dove si gioca a calcio.

Si. Ovunque, in tutto il mondo. E la cosa divertente è che quelle canzoni davvero non sono state scritte con pensando allo sport. Penso che siamo stati consapevoli della possibilità, ma in realtà erano più indirizzate al nostro pubblico rock.

Il tuo ultimo grande tour con Freddie è stato più di 30 anni fa, nel 1986. Cosa ha significato per te non averlo più accanto?

È come perdere un membro della famiglia. In un certo senso, si supera e la vita e si va avanti, ma in un altro senso non si supera mai qualcosa del genere perché si è sempre consapevoli del fatto che manca qualcosa. Siamo stati insieme come una band più a lungo di qualsiasi nostro matrimonio. Ovviamente Freddie mi mancherà fino al giorno in cui morirò anche io, come amico, come collega e come qualcuno che si è perso dal punto di vista della creatività. Era, credo, davvero straordinario.

C'è qualcosa di nuovo sul biopic?

Sì, penso che stia realmente prendendo vita. Sono passati 12 anni da quando abbiamo iniziato a pensarci, ma penso che adesso siamo molto vicini ad un annuncio, il che significa che la Fox ha dato la luce verde per fornire effettivamente i finanziamenti per realizzarlo. Quindi sì, penso che siamo molto vicini. Abbiamo la nostra star, Rami Malek che sarà il nostro Freddie, e che credo sarà incredibile. Ha una grande presenza ed è assolutamente dedicato al progetto, il che è meraviglioso. Abbiamo trascorso un po' di tempo con lui. Sta vivendo completamente e respirando Freddie, il che è meraviglioso da vedere. E abbiamo un produttore favoloso come Graham King, probabilmente il più grande produttore indipendente dentro o fuori Hollywood. Lui ha messo insieme una grande squadra. E abbiamo una sceneggiatura fantastica, finalmente! Noi ci occupiamo della musica, supervisionando il modo in cui il film verrà realizzato. Deve essere qualcosa che renda davvero giustizia a Freddie. Abbiamo una sola occasione e non possiamo sprecarla.

Commenti