Breaking News: Un attore e un regista per il biopic dedicato a Freddie Mercury

Il biopic dedicato a Freddie Mercury è probabilmente il progetto più ambizioso e rischioso a cui i Queen abbiano mai lavorato dopo il 1991. La posta in gioco è altissima, i dubbi non mancano – specie da parte dei fans – e le conseguenze potrebbero essere disastrose o eccezionali come spesso è capitato nella storia della band. Del film si parla ormai da anni e più volte si è giunti alla conclusione che il tutto fosse stato abbandonato perché irrealizzabile. Tra i dissidi con Peter Morgan, autore della sceneggiatura, le incompatibilità con lo stile di Sacha Baron Cohen e i timori di Brian e Roger di non riuscire a gestire la storia rispettando la memoria dell'amico ma soprattutto la realtà dei fatti, questo biopic non sembra davvero partire coi i favori dei pronostici. Eppure, è notizia di poche ore, il film verrà davvero realizzato e pur mancando ancora i comunicati ufficiali, tutto (o quasi) sembra ormai definito, a partire dai nomi più importanti: attore protagonista e regista.

Sul primo poche sorprese, visto che il nome di Ben Whishaw era già trapelato da qualche tempo e per certi versi confermato in via ufficiale dalle sibilline parole di Roger Taylor pronunciate negli studi della BBC. In quell'occasione il batterista aveva rivelato le iniziali del protagonista, B. W. appunto e i giornalisti avevano subito individuato il nome dell'attore, da quel momento accostato al biopic con sempre maggiore insistenza. Pochi giorni fa poi, sembra che Whishaw abbia sostenuto una vera e propria “prova casting” alla presenza dei Queen che a quel punto avrebbero dato la propria approvazione. Whishaw pur non essendo un attore di primissimo piano, è molto apprezzato da pubblico e critica per alcune interpretazioni, su tutte quella per il film Profumo. Ma sul grande schermo ha anche portato personaggi come Bob Dylan e Keith Richards e sarebbero stati proprio questi due ruoli a convincere Brian e Roger.. Più recentemente Ben ha indossato i panni di Q, il leggendario inventore al servizio di 007. Ma se il curriculum è certamente dalla sua parte, i fans non sembrano convinti della scelta dal punto di vista fisiognomico. In altre parole Whishaw non sembrerebbe abbastanza somigliate a Freddie. C'è da dire, tuttavia, che secondo molti organi di stampa e siti web, il film non sarebbe più incentrato esclusivamente sul biennio 84/85, ma dovrebbe raccontare anche gli anni '70 della carriera artistica di Freddie. Un Mercury più giovane quindi e forse più adatto all'attore britannico che di anni ne ha 33.

Il secondo nome emerso ieri è quello di Dexter Fletcher, attore ma soprattutto regista al quale sembra verrà affidata la scottante macchina da presa. Fletcher vanta una carriera piuttosto lunga, iniziata nel 1976 come attore (su tutti ricordiamo il film The Elephant Man) e trasformata poi in quella di cineata. Come regista vanta una pellicola andata in onda proprio ieri (10 dicembre) su Raiuno, I Tre Moschettieri, peraltro primo esperimento della tv nazionale di trasmissione in 3D. Come nel caso di Whishaw non parliamo certamente di un nome di primo piano, il che fa pensare che i Queen e la la Produzione, affidata tra gli altri anche a Robert De Niro, stiano lavorando soprattutto in funzione della qualità piuttosto che dell'effetto mediatico. Troppo facile e paradossalmente rischioso coinvolgere nomi altisonanti. Come ha spiegato lo stesso Brian May, far interpretare Freddie a un attore famoso può spingere il pubblico a “vedere” il volto della star, lasciando in secondo piano la figura di Mercury. Non è facile a questo punto stabilire se le scelte fatte e quelle che seguiranno daranno ragione ai Queen o ai soliti detrattori già pronti a comandare il plotone di esecuzione ancora prima di vedere il film. Per noi, che invece siamo fans intelligenti e rispettosi, non ci resta che attendere i prossimi sviluppi e le notizie che continuerò a darvi dalle pagine del blog.


@Last_Horizon

Commenti