Breaking News: Il 2 Dicembre tutti a Montreux negli studi di registrazione dei Queen


Entrare negli studi di registrazione dei Queen è il sogno di ogni fan. È tra quelle pareti che sono nate quelle idee che hanno reso la band immortale e leggendaria e finalmente, a partire dal prossimo 2 Dicembre non dovremo più sognare perché, ancora una volta, i Queen sono pronti a farci un regalo straordinario. Si tratta della già annunciata The Studio Experienced che ci consentirà di percorrere i corridoi dei mitici Mountain Studio di Montreux che dopo anni di oblio tornano a vivere sotto l'egida del Mercury Phoenix Trust.

La data scelta per l'inaugurazione della mostra permanente non è casuale e coincide con il World AIDS Day, un momento fondamentale per mantenere viva l'attenzione su una malattia che, nonostante l'ostentato silenzio di molti media, continua a mietere vittime in tutto il mondo, anche in Occidente. Da anni ormai i Queen e il Mercury Phoenix Trust portano avanti numerose iniziative per sensibilizzare l'opinione pubblica e raccogliere fondi. Dal mese prossimo anche questa esibizione potrà offrire un contributo determinante per questa importantissima causa. E il tutto sarà fatto, ancora una volta, attraverso la musica e la storia dei Queen.

Tra il 1978 e il 1995 Freddie, Brian, Roger e John hanno composto e inciso la maggior parte dei loro pezzi proprio in questi studi, collaborando con produttori del calibro di Rainhald Mack e David Richards, con i quali hanno sviluppato nel corso degli anni quel sound inimitabile che oggi costituisce autentica ispirazione per la maggior parte degli artisti che attualmente dominano le classifiche mondiali. Di quella storia potremo far parte anche noi in qualche modo, grazie a questa opportunità straordinaria, sponsorizzata anche dalla Fondation Casino Barrière Montreux, con il supporto del Montreux Casino Barrière, dove gli Studios sono ubicati. Michel Ferla, il Presidente della Fondazione si è dichiarato onorato della possibilità di essere parte di questa iniziativa che riuscirà a porre l'accento anche sul contributo culturale che i Queen hanno dato a Montreux con la loro presenza.

Ma cos'è esattamente la “Studio Experience”? I visitatori potranno accedere alla “stanza dei bottoni”, ovvero alle sale e alle strumentazioni che hanno reso possibili gli album dei Queen, completamente circondati da una serie di memorabilia (dischi, costumi di scena, fotografie rare, testi scritti a mano e molto altro ancora), il tutto sotto la supervisione di Greg Brooks, l'archivista dei Queen che ha curato l'allestimento assieme alla Marmelade London, la società che nel 2011 si era occupata della mostra “Stormtroopers in Stilettos”’, realizzata in occasione dei 40 anni dalla fondazione della band. Come ha spiegato David Simpson, responsabile della Marmelade, l'esibizione di Montreux prende le mosse proprio dalla mostra londinese, che nel giro di soli dieci giorni ricevette ben 22.000 visite.

Al centro dell'esibizione ci sarà l'originale “control room”, utilizzata dalla band e da Freddie Mercury anche per le ultime registrazioni, quelle confluite poi in Made in Heaven. I visitatori potranno addirittura sedersi alla console utilizzata da David Richards e lavorare letteralmente su alcune tracce dei Queen per proporre il proprio missaggio attraverso l'utilizzo delle registrazioni originali in multitraccia. Sarà, ad esempio possibile, ascoltare la propria canzone preferita escludendo tutti gli strumenti e lasciando in primo piano la voce di Freddie. Unico limite: la fantasia!

Il 2 Dicembre l'inaugurazione ufficiale dell'esibizione prevede la presenza di Brian May e Roger Taylor. Il primo ha spiegato che l'acquisto dei Mountain Studio da parte dei Queen servì per soddisfare l'esigenza di registrare i propri album fuori dall'Inghilterra, col risultato che Montreux divenne in poco tempo vera e propria fonte di ispirazione per la vita della band, tanto da diventare una sorta di seconda casa. Per il chitarrista questa mostra permanente ha soprattutto la funzione di creare una connessione tra i fans e la storia del gruppo, concedendo al pubblico l'incredibile opportunità di toccare con mano il periodo più fertile della storia creativa dei Queen. Da parte sua Roger ha sottolineato come ai Mountain Studios siano legati tantissimi ricordi ai quali, in qualche modo, adesso anche noi potremo prendere parte..

L'apertura al pubblico è comunque prevista solo a partire dal 3 Dicembre, dalle ore 10:30 alle 22:00, con ingresso gratuito, anche se vi sarà comunque la possibilità di offrire il proprio contributo alla raccolta fondi in favore del Mercury Phoenix Trust.

I siti di riferimento per tutte le informazioni del caso sono i seguenti:

www.queenstudioexperience.com
www.mercuryphoenixtrust.com
www.fondationcasinobarrieremontreux.ch

Non ci resta che attendere poche settimane e poi le porte del sogno si spalancheranno e potremo finalmente fare i primi passi non in una storia qualsiasi, ma in quella che ormai è pura leggenda.

(Fonti: www.queenonline.com - www.brianmay.com)

Last_Horizon

Commenti