Introduzione

Parliamo, voi ed io. Parliamo dei Queen. La mia stanza è ricolma di cd, libri, poster e vecchi vinili che ogni tanto tornano a girare spandendo per la casa il suono caldo dei loro solchi. Ogni volta che ne riprendo uno in mano il presente si ricongiunge col passato e ripenso a come è iniziato tutto quanto. E voi, ci pensate mai? A me è successo per caso, sempre ammesso che il caso non sia altro che la manifestazione di un destino che sta a noi saper cogliere. Una volta qualcuno mi ha detto che le coincidenze sono dei sintomi, quasi che la vita di tanto in tanto ti metta sulla strada dei sassolini che nel loro insieme indicano un cammino, una svolta che si rivelerà determinante.


Per me il primo sassolino fu una cassetta, di quelle che si registravano in casa e che poi ci si passava tra amici. Fu così che, ad appena dieci anni, ascoltai per la prima volta Freddie, Brian, Roger e John. In una parola i Queen! Era il 1986 e l'album A Kind Of Magic. E da allora è stata davvero magia!
Negli ultimi sei o sette anni ho avuto l'opportunità di conoscere il mondo dei fans e della band in modo davvero ravvicinato. Ho vissuto confronti, scambi di idee, condivisione di emozioni. E, talvolta, ci sono state anche le battaglie, giocate sul principio – e questa è una delle tante cose che ho imparato – che la passione in fondo non ammette che altri possano saperne più di te. Succede di sentirsi padroni del proprio artista preferito perché un fan è per sua natura geloso, possessivo.

Perché allora questo blog? Siete in vena di domande difficili, vero? La risposta lo è altrettanto, ma è un peso che ricade totalmente su di me.
Confesso di non avere idea di dove mi porterà questo nuovo progetto. Gli stimoli sono tanti, alcuni dei quali ancora non del tutto chiari. Certamente c'è la voglia – anzi, il bisogno – di continuare a raccontare i Queen, ma a modo mio, secondo uno stile e una modalità che spero di riuscire a personalizzare il più possibile. C'è poi la volontà di non interrompere un dialogo con i tanti appassionati che stanno lì fuori e ai quali ho dedicato del tempo e da cui sono stato ripagato in modo superbo e inaspettato.
Sono motivazioni sufficienti? Lo dirà il tempo probabilmente. Ma è solo l'inizio e di certo è quanto mi occorre per fare questo primo passo, con l'incoscienza di chi non sa dove, alla fine, il primo sassolino lo condurrà.

Nelle prossime settimane questo blog si arricchirà di contenuti. Saranno pubblicati sotto forma di capitoli di un ideale libro scritto in presa diretta, seguendo le news che arriveranno dal mondo dei Queen ma anche i voli pindarici che, di tanto in tanto, mi concederò. Spero sarete indulgenti e accetterete di buon grado le digressioni che verranno fuori, un po' come la puntina del giradischi che all'improvviso saltella per quel granello di polvere di troppo!

E adesso fate come me: scegliete un album dei Queen, il primo entrato nelle vostre vite e lasciate che la musica sia..... magia. Ancora una volta e per sempre Queen!

@Last_Horizon




Commenti